HOME
IL MIO PRIMO SITO WEB SU CEFALONIA
Filmati ed interviste su Cefalonia
IL MIO SECONDO SITO SU CEFALONIA
I MIEI LIBRI SU CEFALONIA
NOTIZIARIO
* * *
IL MIO SECONDO SITO SU CEFALONIA
__________________
* * *
Riporto di seguito il link al mio secondo SITO WEB su Cefalonia in cui ho DOCUMENTATO
-man mano che ne venni a conoscenza-
tutti i dati storici e le 'veritÓ' taciute emerse durante le mie pluriennali ricerche presso gli Archivi di Stato, della Procura Militare di Roma, dell'Ufficio Storico dello Stato Maggiore Esercito e dell'Ufficio ALBO D'ORO del Ministero Difesa oltre che da mie personali inchieste e richieste di informazioni presso numerosi Reduci ed altro ancora.
I risultati furono esplicitati in tre miei libri (La vera dtoria dell'eccidio di Cefalonia nel 1998 - La tragedia di Cefalonia. Una veritÓ scomoda nel 2004- I Caduti di Cefalonia: fine di un Mito nel 2006) i quali, in successione cronologica riportarono la sconvolgente VERITA' che le stesse Forze Armate
-detentrici della relativa documentazione-
ritennero bene SECRETARE per 50 anni
-caso esemplare Ŕ la cd RELAZIONE PICOZZI da me scoperta nel 2002-
lasciando che si creasse e prosperasse un vero e proprio 'MITO' sulla vicenda fondato essenzialmente su due circostanze ENTRAMBE FALSE:
1) Una SPONTANEA DECISIONE DI RESISTERE presa dalla div. Acqui in luogo della ESECUZIONE DI UN ORDINE DI RESISTERE inviato il 13 settembre al gen. Gandin dal Comando Supremo fuggiasco a Brindisi, dopo lo sciagurato armistizio con gli Alleati
-in ASSENZA di una DICHIARAZIONE DI GUERRA alla Germania -
avvenuta SOLO il 13 ottobre successivo con il risultato di far assumere ai nostri Militari la qualifica di 'partigiani' come tali passibili di fucilazione al momento della cattura.
2) Un numero di Caduti intorno ai 10.000 uomini
-praticamente quasi tutta la Divisione Acqui-
ripetuto in tutte le commemorazioni ufficiali in modo talmente ossessivo da far passare per sacrilega qualunque obiezione
-sia pur fondata su documenti inoppugnabili-
mossa sullo specifico punto e rigettata con argomentazioni consapevolmente false ed ipocrite come questa:
"DI FRONTE A DIECIMILA MORTI TUTTE LE POLEMICHE DEVONO CESSARE".
A questo ammasso di frottole orchestrato per chiudere la questione, ingannando gli interessati come i Congiunti delle Vere Vittime
-molti dei quali purtroppo ancora ci credono-
si aggiunse poi la trasformazione della vicenda da 'militare' in 'partigiana' compiuta dall'ANPI
-NULLA AVENTE A CHE FARE CON ESSA-
che invece Ŕ riuscta ad intrufolarcisi grazie anche alle compiacenza dell'Ass. ne 'Acqui' che pretende di rievocare la MEMORIA DEI MARTIRI DI CEFALONIA in chiave politica assoggettando a quest'ultima ANCHE risultanze storiche in netto contrasto con essa come le due FONDAMENTALI di cui s'Ŕ detto sopra.
Non sarÓ mai troppo tardi per l'ANPI e l' ASS. NE 'Acqui' SMETTERE DI INQUINARE I FATTI con ricostruzioni a loro uso e consumo del tutto avulse dalla realtÓ non solo consapevolmente ma anche perchŔ
-diciamolo pure-
coloro che ne abusano hanno una conoscenza dei fatti paragonabile a quella di bambini delle elementari con tutte le relative conseguenze.
Massimo Filippini
28 agosto 202
________________
* * *
iL MIO SECONDO SITO SU CEFALONIA

AVVERTENZA: Non cliccare sulla scritta HOME perchŔ si viene rimandati a quello attuale
___________________
CLICCARE QUI
 
 
 
 
 
    [informazioni footer]    
HOME | IL MIO PRIMO SITO WEB SU CEFALONIA | Filmati ed interviste su Cefalonia | IL MIO SECONDO SITO SU CEFALONIA | I MIEI LIBRI SU CEFALONIA | NOTIZIARIO