HOME
Il Notiziario di Cefalonia.it
BADOGLIO ED AMBROSIO: I VERI RESPONSABILI DI CEFALONIA
CONVEGNI SU CEFALONIA
Mario Cervi su Cefalonia
CEFALONIA LA MENZOGNA CONTINUA
L'Istruttoria tedesca e la mia Costituzione di PC
RINGRAZIAMENTI (SI FA PER DIRE)
OCCASIONI E RARITA' LIBRARIE
Premio Acqui Storia o Acqui Favole
Associazione Acqui che pena
L'Armadio della vergogna ovvero la scoperta dell'acqua calda
L'INVENZIONE DEI BANDITI ACQUI
Il capitano Gazzetti - Un MARTIRE vilmente dimenticato
Un eccidio senza prove
Gli errori di Rochat su Cefalonia
L I N K S
APOLLONIO - Un Mito per pochi intimi
Il processo per i fatti di Cefalonia
IL NUMERO DEI CADUTI DI CEFALONIA
Cefalonia - Il convegno di Toritto e quello di Bari
LA TRAGEDIA DI CEFALONIA di Massimo Filippini
PAOLETTI (RI) VERGOGNATI
Il fratello del gen. GANDIN ci scrive...
Una sinistra icona: il compagno-capitano Pampaloni
Eccidio di Cefalonia: facciamo chiarezza
La Vedova del cap. Bronzini ci scrive...
I 'Pifferai' di Cefalonia
La 'Ballata della Acqui' ovvero...
LA SAGRA DELLE BUGIE
Il Reduce Luigi Baldessari racconta...
Padre Formato - Un nipote ci scrive...
ODE SU CEFALONIA
RECENSIONI
FILM RAI SU CEFALONIA
MORTI BUONI E MORTI CATTIVI
IO E I PRESIDENTI
TRADITORI A CEFALONIA
TRADITORI A CEFALONIA
IL CORSERA DEFINISCE GANDIN UN TRADITORE
NON CI FU REFERENDUM
Le mani della Sinistra su Cefalonia
Dove stavano gli STUDIOSI DI CEFALONIA nel 1998 ?
COMPAGNI DI MERENDE
IL REDUCE ERMANNO BRONZINI RACCONTA...
LA TESI DELLA VERGOGNA
CI VOLEVA GIAN ENRICO RUSCONI...
IL BUSINESS CEFALONIA
CEFALONIA: esploriamo i fondali di Argostoli
Lettera aperta a W. Veltroni
UN PROCESSO MAI CELEBRATO
Notizie ANRP
NOTIZIE ANRP 2
E LE FFAA STANNO A GUARDARE...
LA VOCE DEI LETTORI
Notizie dall'Ass. Acqui
Chi è senza peccato...
Si scrive ANRP si legge ANPI
CEFALONIA in BUONE MANI
ATTILIO TAMARO su Cefalonia
Il Presidente Emerito della Corte Costituzionale Gallo ci scrive...
Convegno a Firenze dell'ANCFARGL
Mio intervento al Convegno di Firenze dell' ANCFARGL
Il mandolino di Corelli e un mandolinista mancato: Togliatti
Fango sul generale Gandin
Le gesta di Apollonio
Indro Montanelli su Cefalonia
Sergio Romano su Cefalonia
Il Reduce Reppucci racconta...
Il Reduce cap. Hengheller racconta...
Il Reduce Veronesi racconta...
Il Reduce Perosa racconta...
Il Reduce Romildo Mazzanti racconta...
Il Reduce Saverio Perrone ci scrive...
Il FATTACCIO COMPIUTO
I DIMENTICATI di Cefalonia
La Relazione di SEGANTI su Cefalonia
RASSEGNA STAMPA
L' ISTRUTTORIA IN GERMANIA
E LA MIA
COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE
* * *
La sig. ra Marcella de Negri, orfana
-come il sottoscritto-
di un Ufficiale fucilato per rappresaglia dai tedeschi a Cefalonia, si autodefinisce
l'UNICA PARTE CIVILE
nel procedimento che ha visto prosciolto per prescrizione derivante dal mancato riconoscimento dei motivi 'vili'
pur essendo stato ritenuto responsabile di omicidio volontario, l'unico imputato tedesco ancora vivente, da parte della procura di Monaco di Baviera divenuta competente per la rappresaglia contro gli ufficiali in luogo di quella di Dortmund presso cui mi ero costituito
-PRIMA DI LEI-
Parte Civile.
La Procura di Dortmund
-smentendo la famosa pignoleria dei tedeschi-
non mi comunicò il cambio di competenza e ciò spiega l'equivoco ma resta il fatto che io fui
IL PRIMO ORFANO DI UN CADUTO AD INTRAPRENDERE TALE STRADA,
anche se non andai in piazza a Dortmund a manifestare contro la presunta rinascita del 'nazismo' in Germania
-come ha fatto a Monaco la signora insieme con l'ultra sinistra italiana e tedesca-
sostenendo che ai dettami della perversa ideologia si sarebbe ispirato il procuratore Stern per 'prosciogliere' un vecchietto di quasi 90 anni il quale fu 'comandato' dai Superiori
cioè dai "veri responsabili"
a dirigere la rappresaglia ma che, come risulta dalla ricostruzione dei fatti, non dovette essere particolarmente felice di far ammazzare degli innocenti poichè di sicuro fu proprio lui ad andare al Comando tedesco a chiedere la grazia
-che fu concessa-
per gli ultimi 37 fucilandi.
Un'ultima osservazione: la signora De Negri nelle sue interviste, i suoi legali e il coro della Sinistra da lei prediletto i quali urlano che ci fu un eccidio di "immani proporzioni" comprensivo, cioè, della truppa,
O NON SANNO QUELLO CHE DICONO O DICONO CONSAPEVOLMENTE COSE NON VERE.
E' ora che tutti costoro si mettano a tavolino a studiare bene i fatti per evitare che, ripetendo le solite chiacchiere, finiscano per fare la figura di bugiardi.

Massimo Filippini
18 febbraio 2003
_________________
Dal sito ANED - Torino
La solidarietà 'antifascista' di Marcella de Negri a Rosario Bentivegna per l'assoluzione di un suo accusatore che lo indicò come responsabile dell'eccidio delle Fosse Ardeatine, è la migliore conferma che con lo stesso metro politico costei si interessa di Cefalonia.
Secondo la collaudata ideologia marxista, infatti, quello che conta non è tanto la verità dei fatti quanto la loro interpretazione con la conseguente rimozione delle circostanze 'scomode'.
Ecco spiegato il perchè certa gente non mi conosce....


_________
Marcella De Negri -Rosario Bentivegna: una fede li accomuna
° ° °
AGOSTO 2003
LA MIA COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE
DINANZI LA PROCURA DI DORTMUND
_______________
E' in corso in Germania presso la Procura di Dortmund
-avente competenza esclusiva per i crimini di guerra tedeschi- un'istruttoria relativa ai fatti di Cefalonia.
La dirige il Procuratore dr. Ulrich Maas da me conosciuto a Roma, all'Ufficio Storico dell'Esercito, dove stava raccogliendo materiale documentale per la sua indagine.
In tale occasione gli prennunciai la mia intenzione di
costituirmi Parte Civile che egli apprese con soddisfazione invitandomi a presentarla per conferire maggior vigore all'indagine da lui svolta.
Di seguito ne riporto il testo presentato in quanto
ORFANO DI UNA VITTIMA DELL'ECCIDIO
qualità che pochi -per loro fortuna- hanno e meno che mai alcuni Superstiti -non tutti sia ben chiaro-
che giocano a fare gli "Eroi" o altri soggetti (non tutti ovviamente) che assumono atteggiamenti fuori luogo sulla tragedia in conseguenza della loro qualitàa di figli, fratelli, nipoti o pronipoti di Superstiti, come nel caso recente di un libro dedicato "a nonno Nando" da una "brillante" studiosa della 'nouvelle vague' marxista.
Questi ultimi, (sempre quelli che esagerano), farebbero bene a riflettere sulla gran fortuna toccata ai loro congiunti per aver riportato la pelle a casa lasciando, di conseguenza in pace le
VERE VITTIME DELLA TRAGEDIA
e magari evitando di trattare dall'alto in basso
-come ha fatto la nipotina di "nonno Nando" -
una di esse, cioè lo scrivente, perchè si è "permesso" di smascherare le BUGIE -comprese le sue- raccontate, con incredibile faccia tosta, da decenni.
Quanto a coloro che, pur non avendo legami di sorta con la tragedia, se ne sono appropriati attraverso
Associazioni varie replicanti le solite menzogne in un fiume di false -perchè non sentite- lacrime, ma che in realtà perseguono il fine di perpetuare in eterno il travisamento dei fatti, mostrati come frutto di improbabili
"scelte consapevoli (!)"
dei singoli, snaturando così l'aspetto di
'Resistenza Militare'
da essi avuto, il meno che si può dire loro è:
VADE RETRO SATANA !!
Della vostra carità "pelosa" non se ne sente il bisogno; ai nostri Morti ci pensiamo noi e voi pensate, se volete, ai...morti vostri.

Massimo Filippini

Seguono:
- Copia costituzione in tedesco e in italiano;
- Copia Ricevuta Ritorno in data 5.8.2003 della Procura di Dortmund:
- Copia lettera della procura di Dortmund in data 6.8.2003
___________
TESTO DELLA MIA COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE PRESSO LA PROCURA DI DORTMUND
(in tedesco -sopra- e in italiano).
Segue la Copia della Ricevuta di Ritorno della lettera contenente la Costituzione da parte della procura di Dortmund (la data è del 5 agosto 20039 e della lettera di conferma in data 6. 8. 2003 ricevuta da detta Procura.
_________________________
_________________
ALLA PROCURA DI DORTMUND (Germania)

DICHIARAZIONE DI COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE

Il sottoscritto MASSIMO FILIPPINI nato a Roma (Italia) il 6 luglio 1936,
PREMESSO

- che il dichiarante è figlio del maggiore Federico Filippini, appartenente alla Divisione “Acqui” che venne quasi del tutto sterminata nei noti fatti di Cefalonia del Settembre 1943;

- che il proprio padre venne assassinato dai militari tedeschi il 25 settembre 1943, come è agevole rilevare dalla documentazione esistente sui fatti di Cefalonia e su tale episodio in particolare;

- che tale fatto ha arrecato al dichiarante gravissimi danni sia morali che materiali;

QUANTO SOPRA PREMESSO,

e tenuto conto che la Procura in indirizzo sta svolgendo indagini istruttorie per individuare i responsabili degli eccidi di cui rimase Vittima anche il proprio genitore,

DICHIARA

di costituirsi, fin d’ora, Parte Civile nel Procedimento Penale che, eventualmente, avrà luogo, per ottenere il risarcimento di tutti i danni morali e materiali subiti a seguito dell’assassinio del proprio Padre.

Con riserva di costituirsi in giudizio nelle forme e nei modi previsti dalla Legge Penale tedesca.

Salvis juribus.

Massimo Filippini

04100 LATINA (Italia)


ALLEGATI:

1 - Certificato di Orfano di Guerra
2 - Estratto atto di nascita
---------------------------------------------------
Ric. Rit. della Denunzia
 
 
 
 
 
    [informazioni footer]    
HOME | Il Notiziario di Cefalonia.it | BADOGLIO ED AMBROSIO: I VERI RESPONSABILI DI CEFALONIA | CONVEGNI SU CEFALONIA | Mario Cervi su Cefalonia | CEFALONIA LA MENZOGNA CONTINUA | L'Istruttoria tedesca e la mia Costituzione di PC | RINGRAZIAMENTI (SI FA PER DIRE) | OCCASIONI E RARITA' LIBRARIE | Premio Acqui Storia o Acqui Favole | Associazione Acqui che pena | L'Armadio della vergogna ovvero la scoperta dell'acqua calda | L'INVENZIONE DEI BANDITI ACQUI | Il capitano Gazzetti - Un MARTIRE vilmente dimenticato | Un eccidio senza prove | Gli errori di Rochat su Cefalonia | L I N K S | APOLLONIO - Un Mito per pochi intimi | Il processo per i fatti di Cefalonia | IL NUMERO DEI CADUTI DI CEFALONIA | Cefalonia - Il convegno di Toritto e quello di Bari | LA TRAGEDIA DI CEFALONIA di Massimo Filippini | PAOLETTI (RI) VERGOGNATI | Il fratello del gen. GANDIN ci scrive... | Una sinistra icona: il compagno-capitano Pampaloni | Eccidio di Cefalonia: facciamo chiarezza | La Vedova del cap. Bronzini ci scrive... | I 'Pifferai' di Cefalonia | La 'Ballata della Acqui' ovvero... | LA SAGRA DELLE BUGIE | Il Reduce Luigi Baldessari racconta... | Padre Formato - Un nipote ci scrive... | ODE SU CEFALONIA | RECENSIONI | FILM RAI SU CEFALONIA | MORTI BUONI E MORTI CATTIVI | IO E I PRESIDENTI | TRADITORI A CEFALONIA | TRADITORI A CEFALONIA | IL CORSERA DEFINISCE GANDIN UN TRADITORE | NON CI FU REFERENDUM | Le mani della Sinistra su Cefalonia | Dove stavano gli STUDIOSI DI CEFALONIA nel 1998 ? | COMPAGNI DI MERENDE | IL REDUCE ERMANNO BRONZINI RACCONTA... | LA TESI DELLA VERGOGNA | CI VOLEVA GIAN ENRICO RUSCONI... | IL BUSINESS CEFALONIA | CEFALONIA: esploriamo i fondali di Argostoli | Lettera aperta a W. Veltroni | UN PROCESSO MAI CELEBRATO | Notizie ANRP | NOTIZIE ANRP 2 | E LE FFAA STANNO A GUARDARE... | LA VOCE DEI LETTORI | Notizie dall'Ass. Acqui | Chi è senza peccato... | Si scrive ANRP si legge ANPI | CEFALONIA in BUONE MANI | ATTILIO TAMARO su Cefalonia | Il Presidente Emerito della Corte Costituzionale Gallo ci scrive... | Convegno a Firenze dell'ANCFARGL | Mio intervento al Convegno di Firenze dell' ANCFARGL | Il mandolino di Corelli e un mandolinista mancato: Togliatti | Fango sul generale Gandin | Le gesta di Apollonio | Indro Montanelli su Cefalonia | Sergio Romano su Cefalonia | Il Reduce Reppucci racconta... | Il Reduce cap. Hengheller racconta... | Il Reduce Veronesi racconta... | Il Reduce Perosa racconta... | Il Reduce Romildo Mazzanti racconta... | Il Reduce Saverio Perrone ci scrive... | Il FATTACCIO COMPIUTO | I DIMENTICATI di Cefalonia | La Relazione di SEGANTI su Cefalonia | RASSEGNA STAMPA