HOME
Un eccidio senza prove
Cefalonia - Il convegno di Toritto
LA TRAGEDIA DI CEFALONIA di Massimo Filippini
Il numero dei Caduti a Cefalonia
Ass. Acqui - La faziosità è di casa
Il processo per i fatti di Cefalonia - Le denunzie di Triolo
OCCASIONI LIBRARIE
Una sinistra icona: il compagno - capitano e Fiorino d' oro Pampaloni
APOLLONIO: un Mito per pochi intimi
Eccidio di Cefalonia: facciamo chiarezza
La vedova del capitano Bronzini ci scrive
I PIFFERAI DI CEFALONIA
PAOLETTI VERGOGNATI
LA BALLATA DELLA ACQUI
CEFALONIA: LA SAGRA DELLE BUGIE
Il Reduce Luigi Baldessari racconta...
PADRE ROMUALDO FORMATO...
ODE SU CEFALONIA con aggiornamenti
RECENSIONI
Film RAI CEFALONIA: MA CHE BELLA FICTION !
L I N K
MORTI BUONI E MORTI CATTIVI
L'INVENZIONE DEI BANDITI ACQUI
IO E I PRESIDENTI
RINGRAZIAMENTI: si fa per dire...
Il capitano Gazzetti un Martire dimenticato
TRADITORI A CEFALONIA
IL CORSERA DEFINISCE GANDIN UN TRADITORE
NON CI FU REFERENDUM
Le mani della Sinistra su Cefalonia
Dove stavano gli STUDIOSI DI CEFALONIA nel 1998 ?
COMPAGNI DI MERENDE
IL REDUCE ERMANNO BRONZINI RACCONTA...
LA TESI DELLA VERGOGNA
CI VOLEVA GIAN ENRICO RUSCONI...
IL BUSINESS CEFALONIA
CEFALONIA: esploriamo i fondali di Argostoli
Lettera aperta a W. Veltroni
UN PROCESSO MAI CELEBRATO
I MISERABILI DI CEFALONIA
NOTIZIE ANRP
NOTIZIE ANRP - 2
Gandin fu un traditore: f. to Insolvibile
LA VOCE DEI LETTORI
NOTIZIE ASS. NE ACQUI
CHI E' SENZA PECCATO...
Si scrive ANRP si legge ANPI
CEFALONIA IN BUONE MANI
L'Istruttoria in Germania e la mia Costituzione di Parte Civile
RASSEGNA STAMPA
ATTILIO TAMARO SU CEFALONIA
Il fratello del gen. GANDIN ci scrive...
Il Presidente Emerito della Corte Costituzionale ci scrive...
24. X. 2003 - Convegno di Firenze dell' ANCFARGL
Intervento di M. Filippini al Convegno di Firenze
Il mandolino...di Paoletti
Il mandolino del capitano Corelli e un mandolinista mancato
FANGO SUL GENERALE GANDIN
LE GESTA DI APOLLONIO
Indro Montanelli su Cefalonia...
Mario Cervi su Cefalonia
Sergio Romano su Cefalonia
L'Armadio della vergogna ovvero la scoperta dell'acqua calda
Il Reduce Alfredo Reppucci racconta...
Il Reduce cap. Aldo Hengeller racconta...
Il Reduce Guido Veronesi racconta...
Il Reduce O. Giovanni Perosa racconta...
Il Reduce Romildo Mazzanti racconta...
Il Reduce Saverio Perrone ci scrive...
Il fattaccio compiuto
I DIMENTICATI DI CEFALONIA
LA RELAZIONE DEL CONSOLE VITTORIO SEGANTI
LINK AL PRECEDENTE SITO
Archivio Rassegna Stampa
Nel 2007 a PARMA si studia Cefalonia
LA "BALLATA" DELLA ACQUI
OVVERO
QUANDO LA VERGOGNA NON ESISTE
Vedi presentazione in Home Page
° ° °
SACRO E PROFANO SUL MONUMENTO AI CADUTI DI CEFALONIA

Sopra: Il Com.te della div. Acqui, gen. Francesco Paolo Spagnolo commemora i Caduti

Sotto: Gli Yo Yo Mundi cantano "Banditi Acqui" (e "Bella Ciao") sul sagrato del Monumento trasformato in palcoscenico...
________________
° ° °

- LE ONORANZE "CANORE" AI CADUTI DI CEFALONIA-

L'esibizione canora degli "Yo Yo Mundi" sul sacrario dei Caduti di Cefalonia, trasformato per l'occasione, in palcoscenico, (v. foto nel link), durante la quale, come riferisce il reportage de L'Ancora, si sono intrecciate la 'Ballata' della Acqui con 'Bella Ciao', è un'altra penosa messa in scena compiuta senza tener in alcun conto la realtà dei fatti.
Essa conferma ancora una volta quanto diffusa sia l'abitudine di scrivere e, nel caso specifico, cantare "a vanvera" su una tragedia di cui ormai il primo che si alza si sente in diritto di parlare, anche se non ne sa niente, come i "cantanti" in questione.
Anche per ciò ringraziamo le nostre ineffabili Forze Armate per le quali, evidentemente, il silenzio su Cefalonia "non è mai troppo".
______________________________
Dal sito www.lancora.it
* * *
CIO' CHE GLI YO YO IGNORANO

I brillanti cantanti sopra raffigurati che vanno a Cefalonia a cantare "La Ballata della Acqui" alternandola con "Bella Ciao" forse non sanno che il motivo da essi cantato che è lo stesso del "Ponte di Perati" fu utilizzato anche dagli odiati 'repubblichini' quando si facevano ammazzare dagli americani durante lo sbarco di Nettuno.
Eccolo:

Sul fronte di Nettuno

Sul fronte di Nettuno,
bandiera nera!
È il lutto del San Marco
che fa la guerra.

Lutto del Barbarigo
che fa la guerra:
la meglio gioventù
che va sotto terra!
Quelli che son partiti
non son tornati:
in terra di Nettuno
sono restati.
Fanti del Barbarigo
in alto il cuore!
Sul fronte di Nettuno
c'è il Tricolore!
Fanti del Barbarigo
in alto il cuore:
in testa c'è Bardelli
col Tricolore!

A questo punto ci corre obbligo di osservare che
mentre la canzone degli odiati 'repubblichini' dice cose vere perchè a Nettuno effettivamente
il 'Barbarigo' combattè contro gli Alleati
e subì gravi perdite,
a Cefalonia i "Banditi Acqui" non solo non combatterono
contro i tedeschi
ma addirittura,
collaborarono con loro.

Questo forse gli Yo Yo e gli appassionati ascoltatori delle loro
"storielline"
-in Italia e a Cefalonia-
non lo sapevano ma, ora che lo sanno stiano attenti a non dire e, soprattutto, a non cantare altre cretinaggini.
________________
IL "BUSINESS" DI CEFALONIA TIRA...

Pellegrini con magliette stampigliate "CEFALONIA 2003" assistono a spettacoli sul monumento ai Caduti, trasformato, per l'occasione in palcoscenico.
(E i poveri Morti stanno a guardare...)
________________
° ° °

La faccia di bronzo dei "pallonari" di Cefalonia, non conoscendo, oltre ad un minimo di decoro, limiti di alcun genere è arrivata perfino a celebrare, con una specie di "ballata" popolare, gli inesistenti meriti degli altrettanto inesistenti "Banditi della Acqui" della cui presenza -addirittura sui monti di Cefalonia!- nessuno si accorse in quanto i sedicenti "Banditi" furono quegli stessi che, fino al ritiro dei tedeschi da Cefalonia, "collaborarono" con essi.

Si trattò, in gran parte, di artiglieri che, al comando di Apollonio -in ottimi rapporti con i nuovi padroni germanici- dopo aver cannoneggiato i tedeschi il 13 settembre, contribuendo a far scatenare la battaglia e la successiva strage, si misero al servizio degli stessi assassini dei loro commilitoni.

Non si tratta di "vaneggiamenti" dello scrivente -reso folle dalla morte del padre- come qualche mascalzone vorrebbe far credere, ma di un' incredibile realtà di cui, tra l'altro, ci ha fornito eloquente testimonianza l'altro "sparatore" Pampaloni il quale almeno salvò la faccia andandosi a mescolare con gli assassini greci dell'ELAS, esecrati da tutte le persone civili, ma fatti passare per eroici combattenti dalla ineffabile sinistra storico-culturale di cui egli è un carismatico emblema.

Si è giunti pertanto a scrivere e cantare una canzone che "ricorda" il martirio dei soldati narrato dai superstiti della Acqui "raccoltisi in bande" (sic !), secondo lo schema prediletto dalla sinistra nostrana che della storia ha fatto il proprio scendiletto da usare per i suoi fini ideologici.
Di seguito ne riportiamo il testo preceduto da un commento "illustrativo" della stessa:

L'eccidio di Cefalonia: la canzone.

Il testo di una canzone che ricorda il martirio dei soldati italiani della divisione "Acqui".
La canzone è composta pochi giorni dopo il massacro dai superstiti, "raccoltisi in bande" sulle montagne dell'isola greca (1).
Non se ne conosce l'autore.
Il tema musicale è quello della canzone "Sul ponte di Perati".
Banditi della “Acqui”
In alto il cuore:
Sui monti di Cefalonia
Sta il tricolore.
Quelli che han combattuto
Non sono tornati,
Sui monti di Cefalonia
Sono restati.
Soldati prigionieri
Già trucidati
Nel mare e nelle cisterne
Furon gettati.
Quelli che han combattuto
E torneranno
Le sorti dei compagni
Vi narreranno

[Tratta da "Canti della Resistenza italiana", Milano, Collana del Gallo Grande, 1960, p. 102]

___________________________

(1) Si trattava di Superstiti che, per mancanza di divise tedesche, collaborarono con gli assassini dei loro commilitoni, recando al braccio una fascia con la scritta "Deutsche Kommandantur": al loro comando i tedeschi posero il capitano Apollonio trasformatosi, da "Capo del movimento di rivolta contro il gen. Gandin per combattere i tedeschi" come lo definì all'epoca il gen. Mondini, (Capo Ufficio Storico dell'Esercito), in Comandante dei militari italiani collaborazionisti.
Sarebbero questi i "Banditi della Acqui" i quali -con una magistrale invenzione- si autonominarono tali dopo la partenza indisturbata dei tedeschi, venendo oggi celebrati -come eroici patrioti- nella Canzone degli Yo Yo Mundi.
(Quando si dice la fortuna....)
________

E' da rilevare che sui Monti di Cefalonia non c'era nessun "Bandito" a combattere e quindi non vi rimase nessuno per il semplice motivo che...non c'era nessuno.
Gli unici "Banditi" di cui si ebbe traccia furono quelli che, al comando di Apollonio, collaborarono con i tedeschi, partecipando, per di più, al rastrellamento dei partigiani greci "sui Monti di Cefalonia" dal 12 al 16 luglio 1944, come risulta dalla Dichiarazione -pubblicata nel presente Sito- di cinque di essi.
Malgrado ciò, si continua a tenere in vita l'artefatta versione che dà per avvenute inesistenti imprese dei cosiddetti Banditi della Acqui, commemorate, sul Monumento dedicato ai Caduti, da un complesso canoro di Acqui, gli Yo Yo Mundi, che le ha 'raccontate' accomunando al canto de " I Banditi della Acqui" quello di "Bella Ciao".
Con ciò l'Esercito Italiano che ha taciuto per circa sessant'anni la verità, permettendo ai 'soliti noti'di travisarla a loro piacimento, è servito.
Se poi, un tale modo di ricordare i Caduti è di suo gradimento, ci aspettiamo di vedere presto il Capo di Stato Maggiore o chi per lui ad ascoltare gli Yo Yo.
Un modo senza dubbio originale per ricordare il gen. Gandin e la sua Divisione.
(A conferma di quanto sopra, il lettore troverà notizie dettagliate nei link che seguono).

Massimo Filippini
_______________________
http://www.cantilotta.org
° ° °
Un interessante sito che attribuisce una
"Denominazione di Origine Controllata"
alla canzone "Banditi Acqui".

Ne saranno contenti i Superstiti, i Congiunti dei Caduti ed il nostro Esercito che con i suoi 'silenzi' ha contribuito in modo determinante al verificarsi del lieto evento.
MF
_______________
www.tin.it
 
 
 
 
 
    [informazioni footer]    
HOME | Un eccidio senza prove | Cefalonia - Il convegno di Toritto | LA TRAGEDIA DI CEFALONIA di Massimo Filippini | Il numero dei Caduti a Cefalonia | Ass. Acqui - La faziosità è di casa | Il processo per i fatti di Cefalonia - Le denunzie di Triolo | OCCASIONI LIBRARIE | Una sinistra icona: il compagno - capitano e Fiorino d' oro Pampaloni | APOLLONIO: un Mito per pochi intimi | Eccidio di Cefalonia: facciamo chiarezza | La vedova del capitano Bronzini ci scrive | I PIFFERAI DI CEFALONIA | PAOLETTI VERGOGNATI | LA BALLATA DELLA ACQUI | CEFALONIA: LA SAGRA DELLE BUGIE | Il Reduce Luigi Baldessari racconta... | PADRE ROMUALDO FORMATO... | ODE SU CEFALONIA con aggiornamenti | RECENSIONI | Film RAI CEFALONIA: MA CHE BELLA FICTION ! | L I N K | MORTI BUONI E MORTI CATTIVI | L'INVENZIONE DEI BANDITI ACQUI | IO E I PRESIDENTI | RINGRAZIAMENTI: si fa per dire... | Il capitano Gazzetti un Martire dimenticato | TRADITORI A CEFALONIA | IL CORSERA DEFINISCE GANDIN UN TRADITORE | NON CI FU REFERENDUM | Le mani della Sinistra su Cefalonia | Dove stavano gli STUDIOSI DI CEFALONIA nel 1998 ? | COMPAGNI DI MERENDE | IL REDUCE ERMANNO BRONZINI RACCONTA... | LA TESI DELLA VERGOGNA | CI VOLEVA GIAN ENRICO RUSCONI... | IL BUSINESS CEFALONIA | CEFALONIA: esploriamo i fondali di Argostoli | Lettera aperta a W. Veltroni | UN PROCESSO MAI CELEBRATO | I MISERABILI DI CEFALONIA | NOTIZIE ANRP | NOTIZIE ANRP - 2 | Gandin fu un traditore: f. to Insolvibile | LA VOCE DEI LETTORI | NOTIZIE ASS. NE ACQUI | CHI E' SENZA PECCATO... | Si scrive ANRP si legge ANPI | CEFALONIA IN BUONE MANI | L'Istruttoria in Germania e la mia Costituzione di Parte Civile | RASSEGNA STAMPA | ATTILIO TAMARO SU CEFALONIA | Il fratello del gen. GANDIN ci scrive... | Il Presidente Emerito della Corte Costituzionale ci scrive... | 24. X. 2003 - Convegno di Firenze dell' ANCFARGL | Intervento di M. Filippini al Convegno di Firenze | Il mandolino...di Paoletti | Il mandolino del capitano Corelli e un mandolinista mancato | FANGO SUL GENERALE GANDIN | LE GESTA DI APOLLONIO | Indro Montanelli su Cefalonia... | Mario Cervi su Cefalonia | Sergio Romano su Cefalonia | L'Armadio della vergogna ovvero la scoperta dell'acqua calda | Il Reduce Alfredo Reppucci racconta... | Il Reduce cap. Aldo Hengeller racconta... | Il Reduce Guido Veronesi racconta... | Il Reduce O. Giovanni Perosa racconta... | Il Reduce Romildo Mazzanti racconta... | Il Reduce Saverio Perrone ci scrive... | Il fattaccio compiuto | I DIMENTICATI DI CEFALONIA | LA RELAZIONE DEL CONSOLE VITTORIO SEGANTI | LINK AL PRECEDENTE SITO | Archivio Rassegna Stampa | Nel 2007 a PARMA si studia Cefalonia